Sandwirth
La Storia

L’Imperatore Napoleone, Udo Jürgens e molti altri ospiti più o meno famosi hanno conosciuto il Sandwirth come un luogo magico DA AMARE, e che è rimasto tale nel corso dei secoli.

Oggi questa tradizione di calorosità e passione viene portata avanti da Helvig Kanduth, la cui personalissima storia d’amore è iniziata propria all’Hotel Sandwirth. Qui, infatti, la “signora Sandwirth” ha conosciuto suo marito Robert. Da quella sera il suo cuore è legato all’hotel da un punto di vista sia professionale che privato.

Ma non sono stati solo l’amore e il romanticismo a fermarsi qui; anche l’OSPITALITÀ vi dimora abitualmente. La strutture è stata, ed è tuttora, sede di molte associazioni di beneficenza come Rotary, Lions, Soroptimist, Kiwanis o la leggendaria Drahrer, che già nel 1916 se ne andava in giro a lasciare strenne natalizie ai bambini e alle ragazze povere.

Ma nessuno ha plasmato la storia dell’hotel Sandwirth più di Franziska e Josef Jamek, poiché questa struttura è stata il loro grande amore comune. Con calore e passione, Franzi – come veniva affettuosamente chiamata dal marito – e Josef hanno dato al loro hotel un’anima che è ancora viva nelle mura.

FRANZISKA JAMEK
ALIAS FRANZI

Albergatori per passione

Franzi era una cuoca dedita alla sua professione.

La sua insalata di aringhe era leggendaria e il SANDWIRTH PUDDING fatto in casa divenne il fiore all’occhiello della struttura. Fu, per così dire, la Sachertorte di Klagenfurt.

NAPOLEON

Il conquistatore

Persino l’Imperatore Napoleone, all’hotel Sandwirth, fu ancora una volta all’altezza della sua fama di conquistatore (di cuori). Il “grande” corso, infatti, ebbe qui, durante la sua permanenza come ospite, una relazione con una bella cittadina di Klagenfurt. Si dice che, in ricordo di ciò, Bonaparte abbia ricevuto in dono dalla sua graziosa fanciulla un cuore di marzapane di produzione propria. L’AMORE PASSA ANCHE DALLO STOMACO.

Storia

L’hotel Sandwirth, sul lago Wörthersee, è una delle strutture più pregne di storia di Klagenfurt, il capoluogo della regione.

La struttura fu menzionata per la prima volta in un documento del 1658. Franz Anton Rohr di Rohrau comprò la casa nel 1735 vicino ai bastioni, nelle immediate vicinanze della Porta di Villach, e inzialmente vi fondò un ristorante. La locanda ai bastioni continuò ad esistere per diversi decenni, sotto nuovi proprietari. Jakob Ulbing comprò la casa al n. 317 di Fürstengasse il 7 novembre 1813 e la chiamò “al Sandwirth”.

La famiglia Jamek gestì la casa per oltre 100 anni, fino alla svolta nel nuovo secolo. Franziska e Josef Jamek trasformarono la casa in un luogo di incontro sociale a Klagenfurt. Leggendari erano la festa delle aringhe, l’arrosto della domenica al ristorante e il pudding alla nocciola Sandwirth, ancora oggi preparato secondo la ricetta originale.

Robert Kanduth rilevò il Sandwirth nel nuovo secolo e nel 2002 lo trasformò in un hotel a 4 stelle. Nel 2003 il nuovo proprietario ebbe il suo primo appuntamento con la moglie Helvig proprio all’Hotel Sandwirth e così quest’hotel pregno di storia conquistò una nuova famiglia. Da allora Helvig Kanduth gestisce l’azienda di famiglia.